Mangiare emotivo: La malattia che ti fa ingrassare!

June 29, 2016 Comments Off on Mangiare emotivo: La malattia che ti fa ingrassare!
Mangiare emotivo: La malattia che ti fa ingrassare!

Che cosa è e che cosa è la ragione?

Il “mangiare emotivo”, o altrimenti la sovralimentazione emotiva, come viene chiamato, è una condizione insidiosa che può facilmente minare qualsiasi dei vostri sforzi per controllare il vostro peso corporeo.

Si tratta di una situazione in cui l’individuo, soprattutto quando si è in un stato emotivo molto particolare, presenta cambiamenti nelle abitudini alimentari, e più in particolare una sovralimentazione!

La persona con eccesso cibo, cerca in sostanza di “riempire” qualsiasi vuoto emotivo e guarire ogni ferita della sua anima. Il consumo di cibo è fatto a volte consapevolmente, mentre altre volte completamente inconsciamente, senza la fame!

NOTA: I cibi preferiti dalle persone con la sovralimentazione emozionale sono sempre di un valore di calorie molto elevato e, al contrario, di un valore nutritivo molto basso!

Dove viene il mangiare emotivo?

La psicologia dell’individuo, così come il suo stato emotivo, sono direttamente correlate alle abitudini alimentari. Molto spesso, la cattiva psicologia dell’individuo si riflette nel suo pasto!

Da mangiare soprattutto i cibi grassi e zuccheri, la persona tenta di sopprimere o almeno per ammorbidire gli intensi sentimenti negativi che rendono il soffrire. Il dolore, il dolore, la tristezza, la rabbia, la rabbia, la noia, il rifiuto, la solitudine, la demenza … sono solo alcuni dei motivi principali che portano l’individuo a cercare un sollievo attraverso di mangiare!

I motivi più comuni che disturbano la pace della mente della persona e portano a tali nevrosi sono:

  • la relazione
  • l’ambiente familiare
  • il lavoro
  • il lavoro eccessivo
  • i problemi di salute
  • i debiti
  • i problemi economici
  • la depressione

È lo stesso per tutti?

NO! La pressione psicologica non ha lo stesso effetto a tutte le persone e non provoca le stesse reazioni. Ci sono persone che in situazioni di dolore e tristezza reagiscono con la riduzione di cibo e anoressia.

Tuttavia, la sovralimentazione emotiva può essere manifestata attraverso la copertura di anoressia, così come appare periodicamente impulsivi pasti ad alto contenuto calorico. L’individuo non può rispettare rigorosamente i pasti necessari durante il giorno, ma si sente il bisogno di un certo tempo per consumare grandi quantità di cibo malsano per sentirsi meglio!

Aiuta il consumo di alimenti di eliminare l’infelicità?

Forse la persona ha l’illusione che si sente meglio, immediatamente, ma i sentimenti negativi ritornano molto presto, e di fatto rafforzati dal sentimento di vergogna, di colpa e di insicurezza! Il risultato? A causa delle emozioni negative rafforzato, la persona ritrova una località nel cibo in modo di essere guidato in un circolo vizioso con una stazione finale di obesità!

UN SUGGERIMENTO: Trova le rotte emozionali, così come i metodi di discarico della vostra ansia e di tutte le emozioni negative! Trova ciò che funziona per voi e integrarlo nella vostra vita!

Comments are closed.